sabato 28 agosto 2010

SE ERI BIMBA NEGLI ANNI '70 COME HAI FATTO A SOPRAVVIVERE?????





Se eri un bambino negli anni 70...;come hai fatto a sopravvivere? 
1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag... 
2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo. 
3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo. 

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte. 
5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco. 
6.- Bevevamo l'acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell'acqua minerale... 
7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni . Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto! 
8.- Uscivamo a giocare con l'unico obbligo di rientrare prima del tramonto. 
9.- La scuola durava fino a mezzoggiorno , arrivavamo a casa per pranzo . Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile .
10.- Ci tagliavamo , ci rompevamo un osso , perdevamo un dente , ma non c'era alcuna denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno se non di noi stessi. 
11.- Mangiavamo biscotti , pane e burro , bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare... 
12.- Condividevamo una bibita in quattro bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo. 
13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori , dolby surround , cellulari personali , computers
14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell'amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare. 
15.- Si! Li fuori!, Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?. Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma. 
16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità. 
17.- Avevamo libertà , fallimenti , successi , responsabilità ...ed imparavamo a gestirli. La grande domanda è: Come abbiamo fatto a sopravvivere? e, soprattutto, ad essere le grandi persone che siamo ora . 
Appartieni a questa generazione? Se la risposta è si, allora fai leggere questo articolo a quelli della tua stessa generazione o a gente più giovane perché sappiano come eravamo prima............

Sicuramente diranno che eravamo dei noiosi, per siamo stati molto felici!!!!!!!!!

15 commenti:

tamyca ha detto...

noi siamo fortunati ad aver vissuto quegli anni...era tutto + semplice, meno pericoloso e non so...migliore!
oggi non si può nemmeno più attraversare la strada! peccato...
bei tempi e ricordi meravigliosi!
a presto
tamara :)

ely ha detto...

ciao, mi chiamo Elisa, ho letto il tuo post e mi sono riconosciuta in ogni punto, io sono nata nel 1975. I miei figli (come tutti i loro coetanei) hanno tutto e non sono mai soddisfatti, io ho dei ricordi meravigliosi della mia infanzia, noi si che sapevamo veramente divertirci.... e mi ricordo il gelato piedone..grazie per avermi fatto ricordare ....a presto p.s continuo a seguirti.....

federica ha detto...

ma lo sai che il tuo blog mi piace davvero molto???
un bacioneee
fede :**

lory ha detto...

sei veramente speciale, proprio perchè cresciuta come noi in quegli anni speciali con cose semplici ma tanto tanto belle... grazie per i meravigliosi ricordi lory
www.ilfilodelcuorericami.com

Magike Mani ha detto...

Che bello!!! Mi è venuta la "pelle d'oca"!!! Grazie per il flash-back!!
ciao Grazia

Marilena ha detto...

Ciao Ele, quante altre cose si potrebbero aggiungere a questa lista dove tra l'altro ritrovo tutta la mia infanzia felicisima!!! quando le difficoltà che incontravi te le dovevi risolvere da solo e non pagare uno psicologo solo per ascoltare i fatti tuoi!!Era proprio quello il bello e la soddisfazione del vivere!Grazie per questi dolci ricordi! Ti abbraccio

Patrizia ha detto...

Carissima Ele, sai quanto piacere fa ad una nostalgica come me, leggere sul tuo Blog e condividere tutte quelle cose meravigliose che hanno reso meravigliosa la mia infanzia! Noi che...da bambini siamo cresciuti senza sapere cosa fosse lo stress (perchè ancora non si "usava") e abbiamo imparato, sbagliando, a trovare da soli la soluzione ai nostri piccoli problemi, desidereremmo tanto che i nostri figli provassero le stesse emozioni di allora!!! Comunque siamo fortunati perchè abbiamo accumulato tanti bei ricordi che col passare del tempo diventano sempre più preziosi!
Complimenti Ele hai avuto una bellissima idea..."Tanto per stare in compagnia"

Madame Chantilly ha detto...

Stupendo, ma mi ha fatto venire le lacrime agli occhi!
Grazie per la tua visita al mio blog, sei stata gentile a lasciare un commento! :-)

Argante del Lago ha detto...

meraviglioso.... mi hai regalato un sacco di bellissimi ricordi, ricchi di semplicità e di serate eutunnali passate a rubacchiare l'uva nei campi... ma che bambini sereni che eravamo...

ALESSANDRA ha detto...

Quante verita' in questo meraviglioso post e quanti ricordi mi fa riaffiorare!!!!!!!! Fantastico!

sara68 ha detto...

complimenti per il tuo blog! il post poi... leggerlo mi ha fatto fare un tuffo nel passato, io sono del 68.. ed è proprio così! mi piaceva tanto ed cliccato sul link postandolo nel mio blog, se ti interessa vieni a visitarmi! Ciaoo
saranelmondodelcrochet.blogspot.com

Marina ha detto...

Ciao,si e vero che non avevamo tanto e ci divertivamo lo stesso e eravamo felici,ma i tempi cambiano.Per chi in meglio per chi in peggio.Molto bello il tuo blog e grazie di essere passata dal mio.

Rosita ha detto...

ciao tesorinaaaaaaaaaaaaa
ti ho trovataaaaa
ma lo sai che i tuoi blog e lavoretti son proprio belliiiii

interessante questo articolo...come ho fatto a sopravvivere :)))))))))

Genny ha detto...

verissime le cose che hai scritto...io sono degli anni più anta.....non ti dico quante altre cose potrei aggiungere...un abbraccio

Desi ha detto...

Ciao, sì è vero mi sono riconosciuta anch'io nello spaccato di mondo che hai dipinto molto bene con il tuo post. In realtà era tutto molto più semplice; d'estate la strada ed il cortile erano le nostre case privilegiuate; si conoscevano un saccco di vicini, che non erano lupi mannari, e si poteva trovare sempre un amico ed un'amica con cui giocare.
La nostalgia è tanta per tutte le cose semplici che hanno reso molto bella ed appagante la mia infanzia, come penso la tua.
Tu abbraccio
Da oggi ti seguo anch'io
Desi di Creattivando
http://desidero-creare.blogspot.com