lunedì 25 ottobre 2010

UNA BLOGGHINA CHIEDE UN FAVORE ...SE POSSIAMO AIUTARLA....

Ciao
qualche mese fa ho ritrovato la mia collezione di Ciucetti e di Exogini.
Ho ripreso a collezionare gli Exogini, se ne avete qualcuno e volete aituarmi ad ampliare la mia collezione mandatemi una mail a :

alfiereviola@gmail.com

APPENA POSSO VEDO SE IN SOFFITTA RITROVO QUELLI DI MIO FIGLIO E TI FACCIO SAPERE,MA NON TI PROMETTO DI FARE IN FRETTA UN BACIONE.

venerdì 10 settembre 2010

I CIUCIOTTI..........E GLI EXOGINI!!!!!!

CHI NON LI RICORDA ....DI PLASTICA,.DI TUTTI I COLORI E MISURE .SI USAVANO PER FARE PORTACHIAVI COLLANE ORECCHINI.CON LE SPILLE DA BALIA SI APPUNTAVANO AGLI ZAINI DA SCUOLA MARCA INVICTA,TUTTI SCRITTI CON FRASI DI CONTESTAZIONE,FIRME DEGLI AMICI DISEGNI DEL TAO ........                                                                                                                                     
ECCO QUA GLI EXOGINI PERSONAGGI DI PLASTICA CHE SI COMPERAVANO IN BUSTINE DI CARTA   IN EDICOLA.

sabato 28 agosto 2010

SE ERI BIMBA NEGLI ANNI '70 COME HAI FATTO A SOPRAVVIVERE?????





Se eri un bambino negli anni 70...;come hai fatto a sopravvivere? 
1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag... 
2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo. 
3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo. 

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte. 
5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco. 
6.- Bevevamo l'acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell'acqua minerale... 
7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni . Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto! 
8.- Uscivamo a giocare con l'unico obbligo di rientrare prima del tramonto. 
9.- La scuola durava fino a mezzoggiorno , arrivavamo a casa per pranzo . Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile .
10.- Ci tagliavamo , ci rompevamo un osso , perdevamo un dente , ma non c'era alcuna denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno se non di noi stessi. 
11.- Mangiavamo biscotti , pane e burro , bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare... 
12.- Condividevamo una bibita in quattro bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo. 
13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori , dolby surround , cellulari personali , computers
14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell'amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare. 
15.- Si! Li fuori!, Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?. Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma. 
16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità. 
17.- Avevamo libertà , fallimenti , successi , responsabilità ...ed imparavamo a gestirli. La grande domanda è: Come abbiamo fatto a sopravvivere? e, soprattutto, ad essere le grandi persone che siamo ora . 
Appartieni a questa generazione? Se la risposta è si, allora fai leggere questo articolo a quelli della tua stessa generazione o a gente più giovane perché sappiano come eravamo prima............

Sicuramente diranno che eravamo dei noiosi, per siamo stati molto felici!!!!!!!!!

mercoledì 4 agosto 2010

C'E' QUALCUNA DI VOI QUI CON NOI?????

- Noi, che facevamo 4 mesi di vacanza al mare, da Giugno a Settembre.
- Noi, che non avevamo videogiochi, né registratori, né computer. Ma avevamo tanti amici lo stesso.
- Noi, che per cambiare canale alla TV dovevamo alzarci e i canali erano solo 2.
- Noi, che andavamo a letto dopo Carosello.
- Noi, che sapevamo che era pronta la cena perché c'era Happy Days e Fonzie.
- Noi, che guardavamo allucinati il futuro con “Spazio 1999”.
- Noi, che se la notte ti svegliavi e accendevi la TV vedevi solo il monoscopio Rai con le nuvole o le pecorelle di interruzione delle trasmissioni.
- Noi, che ci sentivamo ricchi se avevamo 'Parco Della Vittoria e Viale Dei Giardini'.
- Noi, che i pattini avevano 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva.
- Noi, che chi lasciava la scia più lunga nella frenata con la bici era il più fico e che se anche andavi in strada non era così pericoloso.
- Noi, che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella.
- Noi, che avevamo il 'nascondiglio segreto' con il 'passaggio segreto'.
- Noi, che giocavamo a nomi-cose-animali-città.
- Noi, che ci divertivamo anche facendo Strega-comanda-colori.
- Noi, che ci mancavano sempre 4 figurine per finire l'album Panini (celò, celò, celò, celò, celò, celò, mi manca!).
- Noi, che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa, ma che a quelli degli altri suonavamo e poi scappavamo.
- Noi, che compravamo dal fornaio pizza bianca e mortadella per 100 £ire (= € 0,050!) e non andavamo dal dietologo per problemi di sovrappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare.
- Noi, che bevevamo acqua dal tubo del giardino, non dalla bottiglia PET della minerale ed un gelato costava 50 £ire (pari a € 0,025!).
- Noi, che le cassette se le mangiava il mangianastri, e ci toccava riavvolgere il nastro con la Bic.

martedì 6 luglio 2010

......................LA GRAZIELLA CON IL CONTROPEDALE

una mia amica mi prestava ogni tanto questa sua bicicletta ed io mi sentivo una regina.......non dovevo neanche frenare con le mani,si usavano i pedali stessi dando una pedalata all'indietro anzichè in avanti.
Pubblica post

giovedì 1 luglio 2010

la mia amica sabrinaesse mi ha fatto venire in mente.....................

...............Michela,le si mettevano i dischi dietro nella schiena,io ricordavo Cicciobello perchè ho ancora  quello di mia figlia.

venerdì 11 giugno 2010

QUANTI FORMAGGINI CI SIAMO DOVUTE MANGIARE.....................

VI RICORDATE LA MUCCA CAROLINA ED ERCOLINO SEMPRE IN PIEDI?.IL MIO ERCOLINO  ERA ANDATO A FINIRE VICINO ALLA STUFA E SI ERA BRUCIATO,ALLORA MIO PAPA' GLI AVEVA MESSO UNA TOPPA DA RUOTA DI BICICLETTA.

sabato 29 maggio 2010

............VEDIAMO UN PO'..............



..........................QUANTE BLOGGHINE SONO GRANDI COME ME.......TANTO DA RICORDARE IL GELATO PREFERITO,QUANDO IL GETTONE TELEFONICO VENIVA DATO COME RESTO AL POSTO DI 200 LIRE DI MONETA E .......QUANDO IL MIO FIDANZATO PASSEGGIANDO CON ME ASCOLTAVA ANCHE LE PARTITE DELLA DOMENICA SPORTIVA...........FOSSE ADESSO.............................................

mercoledì 26 maggio 2010


Uan.pngIndimenticabile mascotte di Bim Bum Bam. il cane fucsia Uan ha accompagnato i pomeriggi di intere generazioni di bambini.
Lanciato nel 1983, Uan (italianizzazione di One) ha proseguito la sua carriera fino al 1999, facendo da spalla a conduttori del calibro di Paolo Bonolis (da lui affettuosamente chiamato Piolo).
Dopo il 1999 Uan è sparito dai palinsesti di Italia 1, riapparendo solamante nel 2005 per una carrambata con Paolo Bonolis a Matrix e rilasciando nel 2008 un'intervista alle Iene in cui spiega la sua tormentata vita post Bim Bum Bam.

lunedì 24 maggio 2010

CHI E'.................DEDICATO AI MASCHIETTI!!!!!!!!!!!!!

http://ilmondodisaesa.blogspot.com/ ci ha fatto conoscere lilly ed i suoi bombon magici.Grazie sai non sapevo neppure della sua esistenza.I cartoni li ho visti con i miei ragazzi, ora trentenni,sono troppo grande per averli visti con gli occhi bambini,quindi per me hanno doppio valore poiche' ricordo che ci mettevamo sul divano di finta pelle marrone in cucina e da merenda c'era sempre la torta fatta da me.Ora li rivedo con il mio piccolo di 10 anni,ma molto meno perche' quelli di adesso sono brutti.Questa mattina ho visto, non so su che canale,che ridanno Haidi ed era la puntata di quando il maggiordomo di casa Seseman,la riporta a casa dal nonno e nel cestino ha i panini bianchi per la nonna cieca di Peta .....bello troppo bello,domani ci sara' il burbero nonno che rivedendola  salire di corsa su per i pascoli ,con solo la sottoveste addosso, si mette a piangere.

domenica 23 maggio 2010

giovedì 20 maggio 2010

CHE CARTONE ANIMATO RICORDATE?

CIAO A CHI PASSA DA CASA MIA.STAVO PENSANDO AD HAIDI,VI RICORDATE IL CARTONE ANIMATO.L'AMICHETTA DI PETA?LEI DICEVA UNA FRASE CHE OGNI TANTA FACCIO MIA:UNA PROMESSA E' PROMESSA E OGNI PROMESSA VA MANTENUTA.A VOI CHE CARTONE ANIMATO  E' PIACIUTO DI PIU' O RICORDATE MEGLIO?FACCIAMO UN RIPASSO?DAI  POI  LI PUBBLICO,VI VA'? .......QUALCUNA DI VOI SA QUANTO ERA LUNGO IL CAMPO DA CALCIO DOVE GIOCAVANO OLLI E BENGI?????????????????

martedì 18 maggio 2010

“Vorrei sempre essere altrove, dove non sono, nel luogo dove sono or ora fuggito. Solo nel tragitto tra il luogo che ho appena lasciato e quello dove sto andando io sono felice”.
Thomas Bernhard

DOPO LA PIOGGIA – GIANNI RODARI

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l'arcobaleno:
è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.
È bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.
Però lo si vede - questo è il male -
soltanto dopo il temporale.
Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?
Un arcobaleno senza tempesta,
questa sì che sarebbe una festa.
Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

MAGNIFICO E POCO COSTOSO CENTROTAVOLA

SONO ARRIVATI  FRESCHI  FRESCHI ED APPENA COLTI DA UN GRANDE ALBERO IN LIGURIA,A" SAN BARTOLOMEO AL MARE" E DOMANI INIZIERANNO IL LORO PERCORSO PER DIVENTARE CREMA DI LIMONCELLO.
Questa nuvola di fiorellini è il mio trifoglio ne ho una quantita' da paura,ne basta una minuscola cipollina e in poco tempo si riproduce in modo inverosimile.E' un fiore molto comune,tante di voi lo conoscono o lo hanno,fiorisce da marzo fino ai geli inoltrati,lo devo proprio ringraziare per la sua generosita' se qualcuna abita nei dintorni e ne vuole sarò molto felice di  regalarlo.

lunedì 17 maggio 2010

QUESTO SITO MI E' STATO SEGNALATO DA UNA AMICA BLOGGHINA ,PUO' ESSERE INTERESSANTE ,DIPENDE ,NON POSSONO INTERESSARE A TUTTI LE STESSE COSE.......VEDETE VOI!

http://www.disinformazione.it/carne_allevamenti.htm            http://www.disinformazione.it/mangiare_carne.htm

METTO SOLO I LINK PERCHE' NON MI VA DI IMPORRE LE MIE IDEE A NESSUNO SE VI VA DI SAPERE QUALCHE COSA PER QUANTO CONCERNE GLI ANIMALI CHE SI MANGIANO CLICCATE.vi metto anche l'url del sito         http://www.disinformazione.it/

"Conoscete questo racconto di Tolstoï ?

Passeggiando per le sue terre, un re raccolse un giorno un seme
della grandezza di una nocciola. Meravigliato, fece appello alla
scienza di tutti i saggi della sua corte, ma nessuno seppe dirgli
il nome né la provenienza di quel seme. Nel frattempo, il re
venne a sapere che nel suo regno viveva un uomo molto anziano il
quale avrebbe forse potuto dargli informazioni, e così lo fece
chiamare. L'uomo, quasi cieco, arrivò appoggiandosi a due
stampelle. Dopo aver lungamente esaminato il seme, dovette
confessare la propria ignoranza. "Ma chiamerò mio padre - disse -
forse lui si ricorderà di averne visti di simili". Il padre
arrivò, appoggiandosi a una sola stampella. Neppure lui seppe
identificare il seme, ma propose a sua volta di far venire suo
padre...
Questi arrivò subito; aveva l'aria di un uomo giovane, robusto e
allegro. Afferrò il seme ed esclamò: "Ma questo è un chicco di
grano che cresceva al tempo della mia infanzia! A quell'epoca i
chicchi di grano erano molto grossi, ma da quando gli esseri
umani sono diventati disonesti e cattivi, la loro dimensione non
ha smesso di diminuire. E se mi vedete così robusto e più giovane
di mio figlio e di mio nipote, è perché continuo a vivere secondo
le regole dell'onestà e della bontà che regnavano nella mia
infanzia"."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

SONO PER VOI CON TANTISSIMI AUGURI DI TUTTO CUORE PER UNA BUONA SETTIMANA

QUESTA MATTINA PASSANDO SOPRA AD UN CAVALCAVIA MIA FIGLIA ED IO ABBIAMO NOTATO QUESTO GRANDISSIMO PRATO DI PAPAVERI SPONTANEI LA FOTO NON RENDE LA MERAVIGLIA CHE SI E' PRESENTATA AI NOSTRI OCCHI!!!!!!!!!!!!!

venerdì 14 maggio 2010

IL PALIO NAZIONALE DELLE BOTTI FA TAPPA ANCHE QUI A NIZZA ..QUEST'ANNO SI CORRE IL 6 GIUGNO..


Palio nazionale delle Botti 2009

, News di Città del Vino

Il drappellone per la terza edizione, al via il 3 maggio a Buttrio,
realizzato dal pittore A. Grazi

Prende il via il 3 maggio 2009 la terza edizione del Palio Nazionale delle Botti, la fortunata disfida tra Comuni associati a Città del Vino che vede ogni anno crescere il numero dei gruppi di "spingitori" e di Amministrazioni partecipanti. Il Palio, derivazione e recupero della passata tradizione contadina comune a più aree geografiche, consiste in una gara di botti; una corsa nella quale un gruppo di spingitori appunto, fanno rotolare una grossa botte da 500 iltri lungo un percorso stabilito per le strade del Comune che ospita la gara. Vinto lo scorso anno dalla frazione San Gusmè di Castelnuovo Berardenga, la prima delle 8 gare in programma, si è disputata nel 2008 (Risultati gara) proprio nel Comune toscano. La seconda tappa, che inagura le competizioni del 2009 si svolge invece il prossimo 3 maggio, nel Comune di Buttrio, in provincia di Udine.
Per l'edizione 2009 il drappellone del Palio delle Botti è realizzato da Alessandro Grazi, noto artista senese autore di uno dei più discussi e innovativi "cenci" del Palio di Siena del luglio 2007.

Le prossime tappe delle gare 2009:

  3 maggio BUTTRIO (UD)
10 maggio SUVERETO (LI)
31 maggio NIZZA MONFERRATO (AT)
21 giugno VITTORIO VENETO (TV)
18 luglio VERTENEGLIO (Croazia)
  9 agosto CASTIGLIONE IN TEVERINA (VT)
  6 settembre 
AVIO (TN)
13 settembre SAN GUSME' (C. BERARDENGA SI)

FINALISSIMA 2009: La finalissima della terza edizione del Palio Nazionale delle Botti delle Città del Vino è in programma a Vittorio Veneto (TV) il 4 di ottobre, nell’ambito delle Giornate Medievali “Alla Corte Caminese”

QUANDO SONO IN PRO LOCO ........

SE PASSATE DA QUESTE PARTI,GUARDATE LE DATE DELLE MANIFESTAZIONI E  VENITEMI A TROVARE ALLO STAND GASTRONOMICO DELLA PRO LOCO ......FRICIULA GRATIS.

LO SAPEVATE CHE SI PUO' GIOCARE ANCHE CON LE BOCCE QUADRE?????????

VI SEMBRERA' STRANO MA A CASTELLINALDO UN PAESE DELLE LANGHE CUNEESI,SI GIOCA CON LE BOCCE QUADRATE ANZICHE' QUELLE CLASSICHE TONDE,PERCHE' IL PAESE E' TUTO IN SALITA,O,IN DISCESA ECCO QUA .......VI METTO IL LINK PER SAPERNE DI PIU' DI QUESTO TORNEO.http://www.ilreporter.com/reportage/bocce-a-tutto-tondo-anzi-quadro

IO ABITO QUI........SOTTO IL LINK!!!

http://it.wikipedia.org/wiki/Incisa_Scapaccino

PICCOLO PAESE  APPARTENENTE ALLE LANGHE DEL MONFERRATO.I VIGNETI,I CAMPI DI MAIS E DI GRANO SONO GLI ARREDATORI NATURALI DEL PAESAGGIO,CONFERISCONO LORO,A SECONDA DELLE STAGIONI, SFUMATURE DI COLORI DEGNE DI UN GRANDE STILISTA DI MODA.L'AUTUNNO E' LA STAGIONE DOVE CI SI INCANTA DI PIU', I VIGNETI HANNO TUTTE LE SFUMATURE CHE VANNO DAL ROSSO SCURO  AL GIALLO OCRA, AL MARRONE.A SETTEMBRE DURANTE LA VENDEMMIA,UNA ASTEMIA COME ME SI POTREBBE UBRIACARE SOLO CON IL PROFUMO DI UVA E MOSTO CHE ALEGGIA NELL'ARIA.C'E' UN GRANDE ANDIRIVIENI DI TRATTORI CHE TRASPORTANO LE UVE RACCOLTE A MANO.PURTROPPO NON SI VEDONO PIU' LE BIGONCE TIPICO GRANDE CONTENITORE DI LEGNO DOVE SI METTEVA L'UVA E LA SI PORTAVA ALLA CANTINA PER LA PIGIATURA FATTA CON I PIEDI ,ORMAI SOLO QUALCHE SAGRA DI PAESE RISPOLVERA QUESTE USANZE.NELLE FOTO POTETE AMMIRARE:LE UVE DI MOSCATO BIANCO, DI BARBERA ED UN VIGNETO.........HO TROVATO LA FOTO DI UNA BIGONCIA E L'HO MESSA.VENIVA TRAINATA DAI BUOI .

SONO NATA A NIZZA......NON QUELLA MARITTIMA IN FRANCIA MA QUESTA QUI.....

Nome degli Abitanti: nicesi
Origine del Nome: da proprietaria di fondi chiamata Nicia; da Nicia Palearum, per la paglia che copriva i tetti delle prime abitazionio per la presenza di un corso d’acque rico di queste piante; dal 1264 è stato aggiunto il nome Monferrato per la sottomissione al marchesato
Patrono: s. Carlo Borromeo (4 novembre)
In pillole:
L'anno 1225 viene considerato come data di fondazione della città, sorta intorno alla antica abbazia di San Giovanni in Lanero, grazie all'unione degli abitanti dei sette castelli circostanti, distrutti dagli Alessandrini nella contesa con gli Astesi che conobbe l'epilogo in uno scontro avvenuto a Calamandrana il 7 settembre di quell'anno. Per tutto il periodo medioevale il nome di Nizza è stato caratterizzato dal determinante Palearum o della Paglia, riferito alla consuetudine di coprire le case con steli erbacei essiccati, ipotesi oggi in secondo piano rispetto a quella che identifica invece la presenza di un corso d'acqua ricco di erbe di questo genere.

LE CATTEDRALI DEL VINO DI CANELLI


CANELLI ,CITTA' NOTA PER IL FAMOSO SPUMANTE GANCIA VUOLE FAR RICONOSCERE COME PATRIMONIO MONDIALE DELL'UMANITA',LE SUE CATTEDRALI SOTTERRANEE,CHE SONO LE CANTINE DOVE VENGONO MESSI AD INVECCHIARE I VINI.ARRIVANO ANCHE A CIRCA 30 METRI SOTTOTERRA E MANTENGONO UNA TEMPERATURA COSTANTE CHE SI AGGIRA SUI 14 GRADI .SONO MAESTOSE E SONO APERTE AI VISITATORI SU PRENOTAZIONI.SONO LE UNICHE PRESENTI SU TUTTO IL NOSTRO TERRITORIO.

mi piacciono tantissimo le poesie innocenti e pulite di GIANNI RODARI eccone qualcuna spero vi piacciano.


La Pelle


Pelle Bianca come la cera
Pelle Nera come la sera
Pelle Arancione come il sole
Pelle Gialla come il limone
tanti colori come i fiori.
Di nessuno puoi farne a meno
per disegnare l'arcobaleno.
Chi un sol colore amerà
un cuore grigio sempre avrà.

giovedì 13 maggio 2010

LAVORI IN CORSO

ciao questo e' un blog che ho fatto per vedere se riesco ad imparare qualche cosa di grafica e quindi sara' per un po' un cantiere con lavori in corso

lunedì 10 maggio 2010

apro con una foto che a me piace moltissimo,il mare d'inverno.